Voglia di freschezza? Cheesecake vegana di Anna, food blogger!

“In generale la cucina è la mia passione: se sono triste o nervosa cucino, se sono felice cucino. Dimenticavo, io sono la sacerdotessa del Cipollesimo: venero le cipolle!”

Anna, food blogger, ha aperto la sua pagina Instagram nel 2020 durante il periodo del lockdown: un tempo di sperimentazione e scoperta accompagnato dalla sua passione per la cucina. Vegana da circa 4 anni, ha iniziato ad essere vegetariana durante gli anni delle scuole medie, e ora cerca di sensibilizzare le persone alla cucina vegana e all’importanza di assumere accorgimenti quotidiani sostenibili.

Ciao Anna, ci racconti perché hai deciso di aprire una tua pagina Instagram?

“Ho iniziato a pubblicare i primi contenuti della mia pagina durante il periodo del lockdown un po’ per combattere la noia e un po’ per sperimentare qualcosa di nuovo. Sul mio profilo parlo   principalmente di cucina vegana, senza nessun tipo di derivato animale, e cerco di fare un po’ di divulgazione sulla cucina vegana in modo semplice e facile da riprodurre. Oltre a questo mi occupo anche di sostenibilità e di stili di vita semplici da assumere per vivere una vita quotidiana sostenibile, non solo per chi vive in campagna ma anche per chi, come me, vive in città come Milano. Credo che la cosa fondamentale sia consumare prodotti di stagione e chiedersi sempre, di fronte ad ogni acquisto: mi serve veramente? Lo voglio davvero?”

Da dove nasce la tua passione per la cucina?

“Mia nonna era chef professionista e insieme a mio nonno gestiva un ristorante. La mia famiglia ha sempre avuto un’impronta culinaria molto tradizionalista legata ai piatti tipici dell’Umbria. Mia nonna è però molto aperta alle novità, assaggia tutto! In generale la cucina è la mia passione: se sono triste o nervosa cucino, se sono felice cucino. Dimenticavo, io sono la sacerdotessa del Cipollesimo: venero le cipolle! Chiunque ami le cipolle può diventare un adepto.”

Perché hai deciso di diventare vegana?

“Io sono vegana per 3 ragioni: la salvaguardia degli animali, la salvaguardia dell’ambiente e perché la scienza ha dimostrato che la dieta vegetale fa bene alla salute. Una dieta ben bilanciata va bene per tutte le fasi della vita. Sulla mia pagina cerco anche di dare un’immagine diversa dei vegani a chi non è vegano, sfatando miti e pregiudizi legati al veganismo: si può essere vegani in qualsiasi stile di vita e in qualsiasi contesto sociale, questo tipo di cucina non implica rinunce.”

Cosa ti ha spinto a collaborare con Biorfarm?

“Io Biorfarm l’ho conosciuto prima di questa collaborazione, ho ricevuto due anni fa un’adozione dell’olio. Regalo bellissimo e che consiglio vivamente: è il contrario del consumismo ed è il regalo sostenibile per eccellenza. Le persone si godono questo tipo di regalo legato all’adozione sia quando lo ricevono sia nel tempo. Apprezzo molto le realtà che cercano di sostenere il Made in Italy più genuino, e mi sono piaciute moltissime le albicocche che ho ricevuto per realizzare la ricetta di questa collaborazione…mi ricordavano tanto le albicocche della mia infanzia!”

Scopri insieme a noi la ricetta che ha preparato per il nostro blog con le albicocche dell’Azienda Agricola Giannella

“Oggi facciamo una ricetta veramente squisita: cheesecake vegana
La cheesecake vegana è un dolce sempre molto guardato con sospetto: come si fa a fare una torta a base di latticini senza latticini? 
Spesso si trovano ricette alternative a base di tofu oppure di formaggio spalmabile industriale, sono tutte buone…ma oggi voglio proporre una versione più casereccia e con ingredienti facilissimi da reperire!

Ecco quindi la mia versione di cheesecake vegana senza tofu, senza agar-agar, senza addensanti ma buonissima e cremosissima. Ovviamente visto il caldo torrido di questo periodo è impossibile accendere il forno, questa ricetta è infatti senza cottura, veloce e molto fresca.”

Ingredienti:

Per uno stampo da 24 cm di diametro:

  • 1 kg di yogurt bianco di soia (da colare) oppure 450g formaggio spalmabile vegano

  • 350 g di panna vegana da montare 

  • 80 g di zucchero a velo

  • 1 pizzico di vaniglia (opzionale)

  • 8 albicocche sode

  • 300 g di biscotti secchi tipo Digestive

  • 150 g di margarina o burro vegano

  • Foglioline di menta per decorare (opzionali)

    Procedimento:

    Iniziare colando lo yogurt: prendere una ciotola capiente, appoggiarci sopra un colino tipo scolapasta e foderare il colino con un telo pulito/una garza/un canovaccio e versare lo yogurt sul telo.

  • Posizionare la ciotola con lo yogurt in frigo e lasciar colare lo yogurt per una nottata. Sul fondo della ciotola di depositerà molto liquido, al contempo lo yogurt si addenserà molto fino a raggiungere una consistenza da formaggio vegetale/yogurt greco.

  • Passare alla base della cheesecake: frullare i biscotti o frantumarli fino a ridurli in polvere e fondere la margarina

  • Mischiare insieme biscotti polverizzati e margarina fusa, mescolare bene i due ingredienti ottenendo un composto umido

  • Posizionare l’anello di una tortiera su un piatto da portata (oppure se avete bisogno di trasportare la cheesecake si può usare una tortiera a cerniera col fondo foderato di carta forno)

  • Versare la base della torta nell’anello e schiacciare bene col dorso di un cucchiaio fino a ottenere uno strato uniforme e compatto

  • Far raffreddare la base della torta in frigo per circa 20 minuti

  • Intanto occuparsi della parte cremosa e formaggiosa: montare la panna vegana e tagliare 4 albicocche a tocchetti

  • In una ciotola capiente mescolare lo yogurt colato con lo zucchero a velo e la vaniglia ottenendo un composto omogeneo

  • Unire quindi la panna montata delicatamente, con una spatola, facendo in modo che non si smonti

  • Aggiungere infine le albicocche tagliate a pezzetti e mescolare bene

  • Versare questa crema formaggiosa sulla base, appiattirla con il cucchiaio fino a ottenere uno strato omogeneo

  • Far riposare in frigo per almeno 2 ore di modo che si addensi e solidifichi

  • Decorare con 4 albicocche tagliate a spicchi sottili e qualche fogliolina di menta

Consigli e informazioni:

  • E’ molto importante usare lo yogurt colato, se non si ha tempo di colarlo sostituire l’ingrediente con del formaggio spalmabile vegano

  • E’ possibile colare dello yogurt aromatizzato, ad esempio al limone o all’albicocca per avere una cheesecake al gusto preferito ma poiché sia gli yogurt aromatizzati sia la panna da montare sono già zuccherati, ridurre la quantità di zucchero a velo

  • E’ possibile sostituire le albicocche con pesche, lamponi, pesche sciroppate o quel che si preferisce

  • E’ sconsigliabile usare limone o arancia crudi all’interno della torta perché creerebbero acidità

  • Se la vaniglia non piace, si può omettere senza alcun problema

  • La torta si conserva per 3 giorni in frigorifero in un contenitore chiuso o ben coperta di pellicola

 

 

Read more

CROSTATA CON CREMA DI MANDORLE E COMPOSTA DI CILEGIE

 

“La mia missione è aiutare le persone a stare bene attraverso l’alimentazione e a godersi il cibo!”

Hai mai sentito parlare di dieta e alimentazione funzionale?

Fino a poco tempo fa non lo sapevamo neanche noi, poi abbiamo conosciuto Diletta food coach e food blogger bresciana che non solo ci ha raccontato un po’ della sua vita e del suo lavoro, ma ci ha anche prearato una deliziosa ricetta per il nostro blog con le ciliegie dell’Azienda Agricola Biologica Sergio de Bari.

Ciao Diletta, Cosa significa essere una “Food Coach”?

“Il food coach è paragonabile ad un educatore alimentare: ti segue e ti supporta nel tuo percorso alimentare. Collaboriamo con figure professionali (dietologi e nutrizionisti) supportando il paziente nel loro percorso. In Italia è una professione che sta prendendo piede a piccoli passi mentre in America è una figura professionale già riconosciuta e nei Paesi Bassi questa figura è stata anche inserita nelle scuole per dare supporto agli studenti”.

Tu parli anche di alimentazione funzionale, di cosa si tratta?

“È un tipo di alimentazione preventiva: si basa sulla combinazione chimica degli alimenti e sulle loro varie associazioni, dalla combinazione delle pietanze alla cottura. Il punto centrale non è il dimagrimento, ma il raggiungimento di un benessere fisico”.

Come è nata questa passione?

“La mia passione fin da piccola è stata la cucina. Mi è sempre piaciuto sperimentare con le ricette. Mi sono approcciata all’alimentazione funzionale tardi ma subito mi si è aperto un mondo”.

Diletta ha cominciato a condividere sui Social per gioco: ogni mattina aggiornava i suoi stati Whatsapp con le foto delle sue colazioni, e tutti i suoi contatti della rubrica erano curiosissimi di conoscere i segreti delle sue ricette!

Oggi condivide quotidianamente sul suo profilo Instagram foto e video di piatti sfiziosi, ma allo stesso tempo sani, semplici ed equilibrati: ideali per chi ama mantenersi in forma senza rinunciare a pasti gustosi.

Per Diletta è molto importante andare incontro alle esigenze di tutti, in particolare di chi come lei è intollerante a diversi prodotti, e seguire e rispettare la stagionalità di ciò che la natura ci offre ogni giorno. Ha deciso di collaborare con Biorfarm perché predilige un tipo di alimentazione biologica e ha amato fin da subito il concetto dell’adozione di un albero da frutto bio.

 

Scopri insieme a noi la ricetta che ha preparato per il nostro blog con i prodotti dell’Azienda Agricola Agricola Biologica Sergio de Bari.

CROSTATA CON CREMA DI MANDORLE E COMPOSTA DI CILEGIE.

INGREDIENTI:

  • 100 g farina 1
  • 100 g farina integrale
  • 100 g di eritritolo
  • 50 ml di olio evo
  • 1 pizzico di vaniglia
  • 1 pizzico di curcuma
  • 400 g di ciliegie
  • 1 bicchiere di succo di mela 100%
  • Il succo di mezzo limone
  • 150 g farina di mandorle
  • 3 cucchiai d cacao

 

PROCEDIMENTO:

  1. In una ciotola mescola la farina 1 e la farina integrale con la vaniglia e la curcuma. Aggiungi l’olio e con la frolla così ottenuta fodera una teglia da 24 cm.
  1. Cuoci a 180 gradi per 10,15 minuti .
  1. Nel frattempo in una padella, cuoci per 15 minuti circa 250 g di ciliegie con il succo di limone e il succo di mela e poi frulla brevemente.
  1. Versa metà della composta di ciliegie in una ciotola e mescola con la farina di mandorle ed il cacao.
  1. Versa il composto così ottenuto sulla base di frolla e continua la cottura per altri 20 minuti .

Quando la torta sarà fredda, spalma l’altra metà di composta di ciliegie e guarnisci con le ciliegie fresche rimaste e con foglie di menta.

Prova anche tu questa meravigliosa ricetta a basso indice glicemico! 

 

Adotta, Monitora, Gusta! 

Read more

Healthy Cheesecake fragole e menta di Annalisa: un’esplosione di freschezza!

 

Annalisa Calandrini – Naturopata e Food blogger

Annalisa è una giovane naturopata e food blogger che si occupa di cucina e alimentazione sana, naturale e bioenergetica. È autrice del libro “Amarsi Cucinando Sano”, dedicato alle ricette romagnole della nonna rivisitate in chiave salutista, e di “Re.Life”, un metodo ed un manuale utile a tutti per imparare a prendersi cura di sé e per creare un equilibrio tra mente e corpo. Annalisa ha partecipato alla Prova del Cuoco nel 2019 aggiudicandosi la vittoria con il Formaggio di Fossa, un prodotto tipico dell’Emilia Romagna, il territorio in cui è nata e cresciuta e a cui è particolarmente legata! Per Biorfarm ha realizzato una ricetta fresca e gustosissima realizzata con le fragole biologiche dell’Azienda Agricola CosmobioHealthy cheesecake alle fragole e menta!

Healthy cheesecake alle fragole e menta

Ingredienti per 6/8 persone  

Per la base:
– 150 g biscotti Digestive
– 150 g biscotti al grano saraceno
– 80 g burro chiarificato
Per il composto:
–  2 uova bio
– 100 ml di malto di riso o sciroppo di agave
– 250 g yogurt greco
– 250 g ricotta
–  2 cucchiaini di alga spirulina in polvere
– 200 g fragole bio Biorfarm
– qualche fogliolina di menta per decoro.
Preparazione:
Tritate finemente i biscotti, le nocciole con il burro poi disponete su una teglia, pressando il composto con le mani, e mettete in frigorifero a riposare. Nel mentre sbattete le uova con il malto o lo sciroppo di agave. Aggiungete la ricotta, lo yogurt greco e spolverate con l’ alga spirulina. Lavate le fragole e tagliatele finemente per poi adagiarle sopra la cheesecake. Cuocete in forno per 30 minuti a 160°.
Buon appetito!
Read more

Crostata con crema frangipane e Pesche Bio – La Vongola Verace

Oggi Virginia, ex concorrente di masterchef e proprietaria del blog “La vongola Verace“, ci propone questa deliziosa ricetta per una crostata con crema frangipane e Pesche Gialle Bio!

Le Pesche che ha ricevuto sono quelle del nostro Agricoltore Brero, che purtroppo come avrete già avuto modo di vedere, quest’anno si è trovato davvero in una spiacevole situazione. Una pesantissima grandinata ha compromesso circa l’80% del suo raccolto e quindi alcuni prodotti sono arrivati nelle vostre case con qualche ammaccatura.

“Nonostate ciò, però, quando ho assaggiato questa frutta sono rimasta stupita perché le pesche erano veramente dolcissime e saporitissime, molto di più di quelle che troviamo nei grandi supermercati… Anche se magari quello che troviamo in vendita nei piccoli negozietti o presso i piccoli agricoltori del nostro territorio alla vista non appare molto bello e presenta alcuni difetti, questo non vuol dire per forza che non sia buono o fresco, anzi lo sarà molto di più!!!” Questo è un pensiero scritto da Virginia a tutta la sua community, che noi condividiamo al 100% e promuoviamo costantemente.

Grazie a tutto coloro che stanno ricevendo le Pesche Gialle in questi giorni!

Ma ora passiamo alla ricetta!

Cosa ti serve per preparare Crostata con crema frangipane e Pesche Bio:

Per la pasta frolla:

300g farina tipo “00”

75gr zucchero

120g burro

1 uovo intero

1 tuorlo

sale 1 pizzico

scorza di 1/2 limone.

Per la crema frangipane:

120g burro

120g zucchero

150g mandorle pelate

2 uova

scorza di 1/2 limone.

Per decorare:

3 Pesche Gialle Bio

zucchero di canna q.b..

Iniziamo!

Impastare tutti gli ingredienti indicati per la pasta frolla, formare una palla, coprirla con un foglio di pellicola e farla riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Nel frattempo preparare la crema frangipane nel seguente modo: come prima cosa frullare le mandorle con 20g di zucchero; poi montare con le fruste elettriche il burro insieme al restante zucchero fino ad ottenere una crema morbida; aggiungere alla crema le uova e infine anche la polvere di mandorle; mescolare fino a quando la crema risulterà liscia.

Pelare le pesche e tagliarle a spicchi.

Imburrare e infarinare la tortiera.

Stendere con il mattarello la pasta frolla, disporla alla base della tortiera e bucherellarla con l’aiuto di una forchetta.

Versare sulla base di frolla la crema frangipane.

Infine disporre le fettine di pesca a raggiera.

Spolverizzare la superficie del dolce con un po’ di zucchero di canna e cuocere il dolce in forno statico (già caldo) a 180 gradi per 35-40 minuti circa.

Read more

Salsiccia all’Uva Vittoria

La salsiccia all’Uva Vittoria è un piatto davvero unico e molto spesso sottovalutato. In questa ricetta la salsiccia, protagonista del piatto viene preparata con l’Uva delle erbe aromatiche che vanno ad insaporire il piatto donandogli un sapore agrodolce davvero interessante e gustoso.

Cosa ti serve per preparare la salsiccia all’Uva vittoria:

800 gr salsiccia di maiale

400 gr Uva Vittoria

1 dl vino bianco

q.b. timo/rosmarino

Iniziamo!

Per prima cosa dovete fissare con quattro stecchini di legno, 4 spirali di salsiccia di maiale da circa 200 g. A questo punto frullate circa 1/4 dell’Uva per ricavarne il succo che vi servirà più avanti nella cottura delle salsicce.

Una volta pronto il succo di Uva, fate rosolare le salsicce in padella per qualche minuto e poi irroratele con il succo appena preparato e  100 ml di vino bianco. Cuocete per altri cinque minuti e poi aggiungete l’uva rimanente.

Lasciate andare il tutto sul fuoco per altri 15 minuti.

Ora il vostro piatto è pronto per essere servito! Se volete potete insaporire con del rosmarino o del timo freschi.

 

 

Read more

Smoothie con Albicocche Rosse

Lo smoothie è un’alternativa salutare alle bevande gassate e ricche di zuccheri a cui ricorriamo in estate per rinfrescarci. Le Albicocche Rosse dell’agricoltore Antonia Giannella vi garantiranno una bibita sana, ma senza rinunciare al gusto.

 smoothie alle albicocche | Biorfarm


COSA TI SERVE PER 1 SMOOTHIE

4 o 5 (+ 1 per la guarnizione) Albicocche Rosse del tuo albero!

 

125 gr di yogurt bianco o all’albicocca

 

6 mandorle spellate

 

4 cubetti di ghiaccio

 

Zucchero a piacere (facoltativo)

 

 

 

 

COMINCIAMO!

1. Lavare le Albicocche Rosse (non è necessario sbucciarle visto che le nostre albicocche sono biologiche), tagliarle a metà, eliminare nocciolo e picciolo e congelarle per qualche ora

2. Inserire le albicocche e lo yogurt nel bicchiere del frullatore o del robot da cucina e frullare per un minuto

3. Unire le mandorle e i cubetti di ghiaccio e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo

4. Versare lo smoothie in un bicchiere e, se si desidera, aggiungere lo zucchero

5. Si può guarnire l’orlo del bicchiere utilizzando un’altra albicocca e servire con una cannuccia

 

Sorseggia questa fresca bevanda nelle giornate d’estate più afose!

Read more

Bruschetta con Olio Evo Bio

Le ricette realizzabili con L’olio sono davvero numerose ma questo prodotto offre il suo meglio se assaporato a crudo. Quindi abbiamo pensato oggi di proporvi la ricetta più semplice, ma mai scontata o banale, la Bruschetta con Olio Evo Bio: pane caldo insaporito con sale e irrorato con olio crudo che permette di sentire tutto il sapore e le particolarità dell’olio.

 

Cosa serve per praparare la Bruschetta con Olio Bio:

–  Pane

–  Olio Evo Bio

–  Sale

 

Iniziamo!

Per prima cosa dobbiamo tagliare il pane a fette e poi tostarle. Ora potete condire bene un lato della fetta con Olio Evo Bio, per le quantità regolatevi secondo il vostro gusto personale, e alla fine un pizzico di sale.

Il procedimento di per sé è davvero facile, veloce e non servono molte spiegazioni ma ciò che rende speciale la bruschetta, è proprio la sua estrema semplicità e naturalezza, che abbinate ai giusti ingredienti possono trasformarla in una prelibatezza per tutti i palati.

Infatti, una volta realizzata la bruschetta con solo Olio e sale, avete la possibilità di sbizzarrirvi e creare la vostra bruschetta del cuore!

–  Per regalare un pizzico di freschezza, potete farla con i pomodorini a dadini e un pizzico di rosmarino o basilico fresco;

–  Per i palati più forti, potete strofinarla con uno spicchio d’aglio e aggiungere delle scaglie di parmigiano;

–  Per uno spuntino fresco e light, potete spalmarci un formaggio cremoso, come la certosa e poi aggiungere dei pomodorini;

–  Per i più golosi invece, potete arricchirla con salumi o salsiccia e perché non delle verdure miste grigliate.

Insomma le opzioni sono davvero infinite e questo è proprio uno di quei piatti perfetto per accontentare tutti i gusti che non pone limiti alla fantasia del cuoco!

 

E tu? Come preferisci mangiare la tua Bruschetta?

Read more

Arrosto all’Arancia Bio

Arrosto, sughetto invitante e carne succosa: gli ingredienti per una cena perfetta. Oggi vogliamo proporvi questa versione innovativa, con un twist agrumato che regala una nota fresca e un gusto raffinato!

Cosa serve per preparare l’arrosto all’Arancia Bio

Vitellone 1 pezzo di reale 1 kg

Succo d’arancia

Arance Washington 1

Burro 40 g

Olio extravergine d’oliva q.b.

Vino bianco 100 g

Brandy 200 g

Sale fino q.b.

Cipolle bianche 1

Amido di mais (maizena) 2 cucchiaini

Acqua 1 cucchiaino

 

Iniziamo!

Per prima cosa sbucciate l’arancia a vivo e tagliatela a rondelle, tagliate la cipolla e infine legate la carne. A questo punto in un tegame abbastanza grande versate burro e un filo d’olio e aggiungete la cipolla facendola rosolare a fuoco dolcissimo, poi alzate il fuoco, adagiate l’arrosto e lasciatelo rosolare a fuoco vivace su ogni lato.

Quando l’arrosto sarà cotto a sufficienza, trasferite la carne e le cipolle in una teglia da forno e aggiungete in superficie le fettine di arancia pelate a vivo. Infornate il tutto in forno statico preriscaldato a 170° e cuocete per circa 40-45 minuti.

Durante la cottura irrorate di tanto in tanto la superficie con il fondo.

Ora la carne è pronta per essere tolta dal forno e trasferita su di un foglio di stagnola rivestito internamente con carta forno.

Per il sughetto, prendete le cipolle e le arance cotte insieme all’arrosto e mettetele in un tegame e aggiungete succo d’arancia, brandy e il vino bianco e un pizzico di sale e lasciate cuocere finchè la componente alcolica non sarà evaporata. A questo punto aggiungete un composto di acqua e due cucchiaini di maizena e lasciate addensare.

Gli ingredienti principali sono finalmente pronti per essere messi insieme!

Prendete l’arrosto, eliminate lo spago che avvolge la carne e affettatela. Non vi resta che adagiare le fettine di carne su un piatto e irrorare la superficie con il sughetto preparato.

 

Et Voilà, il vostro piatto è servito!

Read more

Yogurt con granola fatta in casa e Kiwi Bio freschi

Ebbene sì, ormai lo sappiamo tutti: la colazione è il pasto più importante della giornata!

Una corretta ma ricca colazione è essenziale per una sana alimentazione equilibrata e, per far sì che dia il giusto via alla nostra giornata, deve anche essere anche un piacere.
Questa è una ricetta che potrai ricreare in moltissime variazioni modificandola secondo i tuoi gusti ed è una soluzione sana, gustosa e velocissima da preparare: yogurt naturale con granola e frutta fresca.

Ogni ingrediente ha la sua funzione: lo yogurt è ottimo per la regolarità intestinale, e la scelta migliore è lo yogurt naturale o greco, la granola è ricca di carboidrati, proteine, fibre e grassi sani, oltre a una grande varietà di sostanze nutritive perfette per iniziare al meglio la giornata e infine la frutta ricca di vitamine, minerali e fibre.

Conoscete una combinazione migliore?

 

Cosa serve per preparare lo yogurt con la granola e Kiwi Bio

400 g di yogurt naturale o greco
6 cucchiai di granola
3 kiwi

 

Cominciamo!

Per prima cosa sbucciate i kiwi e tagliateli a dadini. A questo punto versate nei bicchieri qualche cucchiaino di granola, due cucchiai abbondanti di yogurt, metà dei Kiwi precedentemente tagliati, un cucchiaio di yogurt, e finite con un altro cucchiaio di granole e i kiwi rimanenti.

La vostra deliziosa colazione è pronta per essere gustata subito.

Buon appetito!

 

P.S. Questa ricetta è perfetta per la colazione ma anche per una merenda. Se decidete de servirla agli amici, potete dedicare un po’ più di tempo anche alla presentazione, magari tagliando delle fette di kiwi e usandole come decorazione sui lati dei bicchieri… Insomma siete liberissimi di creare e sperimentare come volete non solo sulla presentazione ma anche sui frutti che volete utilizzare.

Se siete interessati alla ricetta della Granola, fatecelo sapere e saremo felici di proporvi la nostra versione tutta Bio!

Read more

Risotto al Bambù – Sisters Cooking With Love

Oggi proponiamo l’ abbinamento riso-bambù. Da una parte il riso, pianta erbacea della famiglia delle graminacee, è il cereale più diffuso al mondo, ricco di vitamine che lo rendono indispensabile nella prevenzione dell’influenza. Dall’altra il bambù, un altra graminacea ricca anch’essa di proprietà benefiche per l’organismo. I germogli di bambù per esempio, tra i tanti principi, hanno un basso indice glicemico e sono ricchi di fibre e di sali minerali.

Cosa serve per il Risotto al Bambù (ingredienti per 4 persone):

5/6 Germogli di bambù (il numero può variare a seconda della grandezza)

sale q.b.

olio EVO q.b.

erbe aromatiche

mezzo bicchiere di vino

350g di riso Arborio

pecorino romano q.b.

Cominciamo!

Il bambù deve essere pulito e tagliato. Se è la prima volta e non sapete come si fa, potete seguire le istruzioni indicate da Biorfarm in questo video.
Dopo averlo tagliato a pezzettini, farlo bollire fino a quando non si ammorbidisce. Il tempo dipende dalla grandezza dei germogli. Scaldarlo poi in una pentola antiaderente con un po’ di sale e un filo d’olio.

Versare un filo d’olio EVO in una pentola antiaderente.. A parte far bollire acqua con erbe aromatiche e sale in modo da preparare un brodo leggero (in alternativa potete usare il classico dado).
Aggiungere il riso nella pentola e cuocere sfumando di tanto in tanto con il brodo e il vino, alternandoli fino alla cottura.
Nel frattempo, mettere i germogli di bambù cotti in un mixer e frullare. Una volta cotto il riso, aggiungere il bambù nel risotto e mantecare con un po’ di pecorino.
Guarnire con qualche germoglio prima di servire.
Read more

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle storie e le novità della nostra Community!