Tagliatelle all’Arancia Navelina

Avete appena ricevuto le Arance Navelina Bio dell’Azienda Agricola De Falco? Potete gustare il sapore del frutto appena raccolto o preparare un’ottima spremuta per la colazione. Ma le bucce? Non buttatele! Ecco a voi una ricetta gustosa di un primo piatto preparato con le scorze d’arancia.

 

COSA TI SERVE (per 4 persone)

300 gr di tagliatelle all’uovo
2 Arance Navelina Bio del tuo Albero!
3 tuorli d’uovo
300 gr di parmigiano grattugiato
10 gr di burro
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino e pepe nero q.b.
Erba cipollina q.b.

 

COMINCIAMO!

  1. Tritare l’erba cipollina e tenerla da parte.
  2. Sbucciare le Arance Navelina Bio con un pelapatate, evitando la parte bianca più amarognola.
  3. Tagliare a julienne la scorza di un’arancia e lasciare integra l’altra.
  4. In una padella ampia scaldare l’olio con il burro a fuoco molto basso.
  5. Quando il burro sarà sciolto, aggiungere la scorza tagliata a julienne e farla dorare mescolando ogni tanto.
  6. Mettere la scorza intera in un tegame con acqua calda e farle bollire in modo che rilascino il loro aroma.
  7. In una ciotola versare i tuorli in acqua a temperatura ambiente con sale e pepe e sbatterli con una forchetta.
  8. Scolare le scorze d’arancia intere e lasciare che l’acqua aromatizzata raggiunga di nuovo il bollore.
  9. Cuocere nell’acqua aromatizzata le tagliatelle per 3-4 minuti.
  10. Scolare le tagliatelle e passarle nella padella con le arance tagliate a julienne, mescolare e aggiungere l’erba cipollina.
  11. Aggiungere i tuorli sbattuti e mantecare a fuoco basso.
  12. Spegnere il fuoco, unire il parmigiano grattugiato e servire.

 

 

Questa ricetta dimostra che si possono preparare gustosi piatti salati non solo con la frutta, ma a volte anche con la buccia della frutta!

 

Cliccate qui per adottare un albero di Arancia Navelina Bio e deliziarvi con questa ricetta

Read more

Mousse di Clementine Calabresi

Siete stanchi della classica torta e siete alla ricerca di un’idea originale per un dessert sfizioso? Che ne dite di una dolce mousse di Clementine Calabresi Bio dell’Azienda Agricola De Falco?

 

COSA TI SERVE (per 4 persone)

9 Clementine Calabresi del tuo albero!
1 tuorlo d’uovo
70 gr di zucchero
100 ml di panna
1 foglio di colla di pesce
Cannella q.b.

 

 

 

COMINCIAMO!

  1. Lavare le Clementine Calabresi Bio e asciugarle accuratamente.
  2. Grattugiare la scorza di 1 clementina.
  3. Tagliare a metà 4 clementine e ricavarne il succo.
  4. Mettere la colla di pesce in ammollo in acqua fredda.
  5. Lavorare a bagnomaria il tuorlo con lo zucchero e la scorza grattugiata di clementina.
  6. Aggiungere il succo di clementine e far cuocere per 10 minuti circa mescolando continuamente fino ad ottenere una crema morbida.
  7. Spegnere il fuoco e lasciar intiepidire.
  8. Togliere la colla di pesce dall’acqua, strizzarla e unirla al composto.
  9. Lasciare raffreddare e unire infine la panna montata, mescolando delicatamente e con movimenti dal basso verso l’alto.
  10. Tagliare la parte superiore delle clementine restanti e svuotarle delicatamente con un cucchiaino.
  11. Distribuire la mousse all’interno dei frutti svuotati e aggiungere un pizzico di cannella
  12. Riporre il vostro dessert in frigorifero per qualche ora prima di portarlo in tavola.

 

 

I bambini saranno ghiotti di questo dessert da mangiare con il cucchiaino e i più grandi apprezzeranno il suo gusto leggero e agrumato!

Cliccate qui per adottare un albero di Clementina Calabrese Bio e deliziarvi con questa ricetta

Read more

Stecchi di Fichi d’India al cioccolato

Eravamo al telefono con Franco dell’Azienda Agricola Bruno per organizzare le spedizioni della sua frutta e ad un certo punto ci ha svelato una ricetta velocissima di stecchi di Fichi d’India Bio al cioccolato. Ci è subito venuta l’acquolina in bocca e vogliamo condividere con voi questo particolare dessert.

 

 

COSA CI SERVE (quantità a piacere)

Fichi d’India Bio del tuo albero!
Cioccolato fondente

 

 

 

COMINCIAMO!

1) Sbucciare i Fichi d’India Bio aiutandosi con coltello e forchetta: consigliamo di scegliere i più piccoli oppure di tagliarli a metà una volta sbucciati.
2) Infilzare ogni frutto (oppure ogni metà del frutto) con uno stecco gelato di legno e posizionarli su un vassoio.
3) Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria in questo modo:

  • Riempire un pentolino di metallo con circa tre dita d’acqua
  • Posizionare sopra una ciotola più piccola che non tocchi né i bordi né il fondo del pentolino.
  • Tagliare il cioccolato a pezzetti e versarlo nella ciotola.
  • Accendere la fiamma a fuoco medio-basso.
  • Quando il cioccolato inizia a fondere, mescolare finché non sarà sciolto completamente.

4) Immergere gli stecchi di Fichi d’India nel cioccolato fuso.
5) Per una resa perfetta, invece di posizionarli di nuovo sul vassoio, infilarli su un supporto in polistirolo.
6) Attendere che il cioccolato si solidifichi per gustarli.

 

 

“Dai un morso e senti la croccantezza del cioccolato e la morbidezza del frutto”. Così Franco descrive questi dolcetti gustosi.

 

Per deliziarvi con questa ricetta, potete adottare una pianta di Fico d’India rossogiallobianco o un mix dei tre.

 

 

 

 

Read more

Risotto con i Fichi d’India

Le temperature si stanno abbassando sempre di più e si avvicina il tempo del piumone, del camino, della neve e… dei risotti. Provate questa ricetta sfiziosa con i Fichi d’India Bio dell’Azienda Agricola Bruno.

 

COSA TI SERVE (per 2 persone)

200 gr di riso carnaroli
2 Fichi d’India Bio del tuo albero!
1 scalogno
1 noce di burro
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
1/2 bicchiere di vino bianco da cucina
Brodo vegetale e sale q.b.

 

COMINCIAMO!

  1. Sbucciare i Fichi d’India Bio aiutandosi con coltello e forchetta.
  2. Frullare i frutti con un mixer in modo da ottenere una purea priva di semi.
  3. Versare in una casseruola due cucchiai di olio e lo scalogno pulito e tritato finemente.
  4. Cuocere a fuoco alto finché lo scalogno non risulterà imbiondito.
  5. Aggiungere il riso e lasciarlo tostare a fuoco medio, mescolando costantemente.
  6. Sfumare con il mezzo bicchiere di vino bianco.
  7. Quando il vino sarà evaporato, aggiungere la purea di Fichi d’India e mescolare.
  8. Preparare il brodo vegetale (basterà anche un dado vegetale e un pentolino d’acqua) e portarlo a bollore.
  9. Versare il brodo sul riso gradualmente, attendendo di volta in volta che venga assorbito.
  10. A fine cottura, aggiungere sale a piacere, mantecare con la noce di burro e insaporire con il parmigiano.
  11. Se si ama il piccante, si può aggiungere anche un po’ di peperoncino.

 

 
 

Se conoscete qualcuno ostile ai Fichi d’India per le spine o per i semi, sorprendetelo con questo risotto prelibato!

 

Per deliziarvi con questa ricetta, potete adottare una pianta di Fico d’India rosso, giallo, bianco o un mix dei tre.

Read more

Sciroppo Zanfarru e Budino Biancomangiare di Carruba

La Carruba è un frutto del passato. Se non ne avete mai sentito parlare, chiedetelo ai vostri genitori o ai vostri nonni: vi racconteranno che quando erano bambini ne mangiavano tante sia perché era divertente rosicchiarle sia per il loro gusto dolce, valida alternativa alle merende più costose.

Ma le Carrube, oltre ad essere sgranocchiate, possono essere utilizzate per preparare svariate ricette che prestano attenzione contemporaneamente al gusto e alla salute.
Oggi vi proponiamo due ricette strettamente collegate tra loro, da realizzare con le Carrube Bio dell’Azienda Agricola Leone: uno sciroppo utile per il mal di gola, con il quale si realizza anche un delizioso budino.

Sciroppo Zanfarru

 

 

COSA TI SERVE

1 kg di Carrube Bio del tuo albero!
Acqua q.b.

 

 

 

COMINCIAMO!

  1. Portare il forno ad alta temperatura, spegnerlo e far asciugare le Carrube Bio per circa 30 minuti.
  2. Mettere a mollo le carrube per 24 ore.
  3. Estrarre con cura tutti i semi.
  4. Mettere le carrube in un tegame e coprirle di acqua fino in superficie.
  5. Portare a ebollizione.
  6. Attendere finché non si ottiene un liquido sciropposo di colore bruno.
  7. Filtrare più volte per eliminare i residui solidi delle carrube.

 

Budino Biancomangiare
(versione con Sciroppo di Carruba Bio in sostituzione al classico Latte di Mandorla)

 

 

COSA TI SERVE

1 kg di Carrube Bio del tuo albero!
Acqua q.b.
100 gr di amido
Zucchero q.b.
Buccia di Arancia

 

 

 

 

COMINCIAMO!

  1. Preparare lo Sciroppo Zanfarru seguendo la ricetta appena illustrata.
  2. Mettere in una pentola lo sciroppo, l’amido, lo zucchero e la buccia d’arancia grattugiata.
  3. Portare a ebollizione a fuoco lento.
  4. Mescolare continuamente per evitare che si attacchi al fondo, piano piano comincerà ad addensarsi.
  5. Quando il composto diventerà denso, versarlo in piccoli contenitori della forma desiderata.
  6. Lasciar raffreddare e poi porre in frigo.
  7. Dopo un’ora e mezza, sarà pronto per essere gustato.

 

 

 

Fateci sapere se i vostri ospiti apprezzeranno questo dolce e salutare sostituto del cacao!

Cliccate qui per adottare un albero di Carruba Bio

Read more
limoni di sicilia

Spaghetti al Limone di Sicilia

Non avete proprio voglia di andare a fare la spesa, ma non volete rinunciare a un piatto di pasta gustoso? Se vi sono appena stati consegnati i Limoni di Sicilia Bio degli agricoltori Giambanco, questa che stiamo per presentarvi è la ricetta ideale.

COSA TI SERVE

350 gr di spaghetti
40 gr di burro
1 Limone di Sicilia Bio del tuo albero!
1 spicchio d’aglio
1 ciuffetto di prezzemolo
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
Sale q.b.

 

COMINCIAMO!

  1. Lavare il Limone di Sicilia Bio, grattugiare la scorza evitando la parte bianca amara e spremere il succo.
  2. In una padella antiaderente mettere burro, olio e aglio.
  3. Far rosolare e aggiungere la scorza di limone.
  4. Mescolare per amalgamare bene e unire il succo di limone filtrato.
  5. Cuocere gli spaghetti e scolarli al dente.
  6. Far saltare gli spaghetti in padella insieme al condimento e aggiungere il prezzemolo tritato.
  7. Impiattare gli spaghetti, se si desidera decorando con una fettina di un altro limone e foglioline di prezzemolo.

 

 

limone di sicilia

 

Potrete rispondere con questa ricetta quando qualcuno vi dirà sconsolato “In frigo mi è rimasto solo un limone!”

 

Cliccate qui per adottare un albero di Limone di Sicilia Bio e deliziarvi con questa ricetta

Read more
limoni di sicilia

Gelo di Limoni di Sicilia

Il Gelo di Limone è un dessert dolce e rinfrescante, molto adatto per concludere un buon pranzo o una buona cena, magari a base di pesce. E’ un budino tipico siciliano, quindi quale ingrediente migliore se non i Limoni di Sicilia Bio degli agricoltori Giambanco?

 

COSA TI SERVE (per 8/10 persone)

10 Limoni di Sicilia Bio del tuo albero!
90 gr di amido di frumento (o di amido di mais, in caso di intolleranza al glutine)
350 gr di zucchero
1 litro d’acqua

 

 

COMINCIAMO!

  1. Lavare e asciugare i Limoni di Sicilia Bio.
  2. Tagliare con un pelapatate la parte gialla della buccia, facendo attenzione ad escludere la parte bianca amara.
  3. Mettere i filetti di buccia di limone in una pentola con 1 litro d’acqua e far bollire per poco più di 5 minuti.
  4. Coprire la pentola e lasciare in infusione per circa 6 ore.
  5. Filtrare il liquido eliminando le bucce e metterlo nella pentola con zucchero e amido.
  6. Mescolare bene, in modo che zucchero e amido si sciolgano completamente.
  7. Ottenere 100 ml di succo dai Limoni di cui sono state utilizzate le bucce e filtrarlo.
  8. Aggiungere il succo filtrato al composto con amido e zucchero.
  9. Cuocere e mescolare continuamente in modo da evitare i grumi.
  10. Il composto inizierà ad addensarsi e sarà pronto quando formerà le prime bolle.
  11. Spegnere la fiamma e versare in piccoli contenitori.
  12. Lasciar raffreddare e poi mettere in frigorifero per circa 5-6 ore.
  13. Al momento di servire, capovolgere il Gelo di Limone in un piattino.

 

limoni di sicilia

 

Potete decorare con un po’ di menta per dare un tocco di freschezza in più!

 

Cliccate qui per adottare un albero di Limone di Sicilia Bio e deliziarvi con questa ricetta

Read more
mele fuji

Tortine salate di formaggio e Mele Fuji

Avete organizzato un buffet e state cercando un’idea sfiziosa per i vostri ospiti? Abbiamo pensato per voi a delle tortine di mele. Qual è la novità? Sono tortine salate! E sono realizzate con le Mele Fuji Bio dell’agricoltore Paolo Rossi.

 

COSA TI SERVE (per 4 tortine di 8 cm di diametro)

1 Mela Fuji Bio del tuo albero!
2 rotoli rettangolari di pasta sfoglia (per un totale di 460 gr)
150 gr di provola
3 uova
25 gr Panna fresca liquida
Latte intero q.b.
Burro q.b.
Noce moscata, sale fino e pepe nero q.b.

 

COMINCIAMO!

  1. Dividere la Mela Fuji Bio a metà, poi in quarti ed eliminare il torsolo.
  2. Ridurre due quarti di mela a bastoncini e tagliare i bastoncini a metà
  3. Tagliare gli altri due quarti di mela in fettine abbastanza sottili da averne 12 in totale.
  4. Tagliare la provola a dadini e porla in una ciotola insieme ad un uovo intero, un tuorlo e la panna.
  5. Aggiungere sale, pepe e noce moscate e amalgamare il tutto per bene.
  6. Stendere un rotolo di pasta sfoglia e ricavarne 4 dischi con un coppapasta di 10 cm di diametro.
  7. Imburrare 4 stampi da tartellette di 8 cm di diametro e rivestirli con i dischi di sfoglia.
  8. Distribuire un cucchiaio del composto di uova e formaggio per ogni stampo.
  9. Aggiungere mezzo cucchiaio di mela tagliata e bastoncini.
  10. Ricoprire con un altro strato del composto di uova e formaggio.
  11. Aggiungere 3 fettine di mela in cima ad ogni tortina.
  12. Stendere l’altro rotolo di pasta sfoglia e ricavarne altri 4 dischi.
  13. Praticare 3 tagli centrali per ogni disco.
  14. Adagiare un disco intagliato per ogni tortina in modo da ricoprire il ripieno e premere con le dita lungo i bordi per sigillarlo.
  15. Sbattere il tuorlo con poco latte in una ciotolina e spennellare le tortine con il composto ottenuto.
  16. Cuocere in forno statico pre-riscaldato a 180° per 20-25 minuti.
  17. Quando le tortine saranno ben dorate, sfornarle e servirle tiepide!

 

 

Scommettiamo che gli invitati al buffet vorranno conoscere la ricetta?

 

Cliccate qui per adottare un albero di Mele Fuji Bio e deliziarvi con questa ricetta

Read more

Biscotti con le Mele Golden Delicious

Che ne dite di aprire la credenza e, invece delle solite confezioni di biscotti di brand famosi, trovare un barattolo di biscotti preparati da voi con le Mele Golden Delicious Bio dell’agricoltore Paolo Rossi?

 

COSA TI SERVE (per 20 biscotti)

200 gr di Mele Golden Delicious del tuo albero!
2 tuorli
125 gr di burro
300 gr di farina 00
100 gr di zucchero a velo
20 gr di zucchero di canna
1 scorza di limone
1 pizzico di sale fino

 

COMINCIAMO!

  1. Versare in un mixer 250 gr di farina e il burro tagliato a pezzi.
  2. Far lavorare il mixer fino ad ottenere un impasto sabbioso.
  3. Porre l’impasto su una spianatoia formando la classica fontana.
  4. Aggiungere lo zucchero a velo setacciato, i due tuorli, il pizzico di sale e la scorza di limone grattugiata.
  5. Impastare velocemente per ottenere un impasto compatto.
  6. Coprire l’impasto con un canovaccio asciutto.
  7. Tagliare le Mele Golden Delicious Bio a metà, privarle del torsolo e sbucciarle.
  8. Tagliare le mele a dadini di circa mezzo centimetro.
  9. Stendere l’impasto con un matterello e distribuire i dadini di mela sulla superficie.
  10. Impastare il tutto amalgamando bene i cubetti nella frolla.
  11. L’impasto diventerà più umido, quindi aggiungere 50 gr di farina per ri-compattarlo e continuare a lavorarlo.
  12. Dare all’impasto la forma di un salsicciotto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigorifero per un’ora.
  13. Togliere l’impasto dalla pellicola e posizionarlo su un tagliere.
  14. Tagliare l’impasto in dischi di 1 centimetro di spessore.
  15. Versare in una terrina lo zucchero di canna e far aderire un lato di ogni biscotto nello zucchero.
  16. Coprire la leccarda con la carta da forno e sistemare sopra i biscotti ben distanziati tra loro.
  17. Infornare in forno statico preriscaldato a 180° per 20-25 minuti.
  18. Quando la superficie dei biscotti si dorerà e e lo zucchero formerà una sottile crosticina, sfornate e lasciate raffreddare prima di servire.

 

 

Quando offrirete un caffè ai vostri ospiti, potrete stupirli accompagnandolo con fragranti biscotti preparati con le vostre mani!

 

Cliccate qui per adottare un albero di Mela Golden Delicious Bio e deliziarvi con questa ricetta

Read more

Charlotte light di Mele Renetta del Canada

Ogni tanto ci invade il desiderio di mangiare qualcosa di dolce ed ecco che ci sentiamo grassi soltanto ad aver fatto questo pensiero. Biorfarm ha la soluzione! Una torta light con le Mele Renetta del Canada Bio dell’agricoltore Paolo Rossi.

 

COSA TI SERVE (per uno stampo di 20 cm di diametro)

4 Mele Renetta del Canada Bio del tuo albero!
Savoiardi
Latte scremato
Cannella in polvere
1 limone

 

 

COMINCIAMO!

  1. Grattugiare la buccia del limone e spremere e filtrare il succo.
  2. Sbucciare e tagliare a fettine le Mele Renetta del Canada Bio.
  3. Mettere le mele e il succo del limone in una padella antiaderente.
  4. Far cuocere le mele fino a ridurle in crema e sul finire della cottura aggiungere la scorza di limone grattugiata e la cannella in polvere.
  5. Foderare lo stampo con la carta da forno.
  6. Versare il latte scremato in un piatto e insaporirlo con la cannella.
  7. Privare i savoiardi delle estremità e imbeveteli leggermente nel latte.
  8. Rivestire di savoiardi il perimetro e il fondo dello stampo, riempendo i buchi con le estremità tagliate.
  9. Versare la crema di mele nello stampo.
  10. Ricoprire con altri savoiardi bagnati nel latte e spolverare con la cannella.
  11. Infornare a 180° per mezz’ora.
  12. Togliere la torta dal forno e gustarla tiepida.

 

 

 

Un’idea per addolcire, ma senza far ingrassare, gli invitati del vostro compleanno!

 

Cliccate qui per adottare un albero di Mela Renetta del Canada Bio e deliziarvi con questa ricetta

Read more

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle storie e le novità della nostra Community!