Da circa un decennio, piccole e medie imprese di tutta Italia, agricole e non, date le difficoltà oggettive nel commercio tradizionale dei prodotti, cercano canali di vendita alternativi. Spesso, dietro consiglio delle giovani leve familiari, mettono a disposizione i frutti del loro lavoro su siti di e-commerce oppure creando piattaforme di adozione virtuale, come nel caso di Biorfarm.

 

 

Si possono adottare piante e alberi di ogni tipo, ma anche cucciolifilmparolemaiali (che purtroppo diventeranno insaccati!) e persino bei ragazzi.

Mettendo da parte i tipi di adozione più stravaganti, ciò che di buono può fare il web di questi tempi è avvicinare –  a costo ridottissimo – le famiglie alle attività che più amano, ma che riescono a praticare con difficoltà. Un viaggio, un cane, una vita di campagna, fanno bene al corpo e alla mente, ma sempre più spesso è troppo complesso per un genitore abbandonare il lavoro in città o permettersi troppi svaghi. Eppure i nostri familiari ci chiedono di amarli e di prenderci cura di loro, anche con poco.

E’ pensando a ciò che Biorfarm ha scelto di convertirsi al digitale, permettendo l’adozione 2.0 degli alberi da frutta degli Agricoltori della propria Comunità.

 

Adottare un albero vuol dire avvicinarsi all’idea di una vita a contatto con la natura, insegnare ai nostri figli il rispetto per la terra in cui viviamo, che diventa poi quello che mangiamo; vuol dire aiutare l’economia italiana, quella sana, scoraggiando l’importazione dall’estero a basso costo e di qualità incerta (di cui fanno le spese le nostre famiglie e le nostre imprese), ma vuol dire anche far gioire il palato, con il gusto saporito di frutta biologica garantita al 100% che arriva comodamente a casa fresca di raccolto.

Adottare un albero (di arance, clementine, limoni o di qualsiasi altro frutto) con Biorfarm, vuol dire non fermarsi all’immaginazione di ciò che ci può essere dietro quei prodotti della terra ricevuti direttamente a casa, ma calarsi nel mondo della campagna a 360°.

Infatti, la figura dell’ “agricoltore 2.0” creata da Biorfarm si pone oltre il vecchio concetto di “consumatore”.

L’utente che adotta un albero diventa produttore a distanza, conosce e compartecipa alle attività di cura della pianta mediante una piattaforma virtuale appositamente studiata e riceve a maturazione la frutta e/o i prodotti biologici del proprio Campo Digitale nella quantità e nella frequenza desiderata.

E non solo. Tutti gli utenti e i curiosi possono vivere l’atmosfera della campagna tramite i social network: su Facebook, Twitter, Instagram e Google Plus, cartoline in tempo reale dal giardino e aggiornamenti sui trattamenti e la cura degli alberi. Su YouTube, video dalla campagna.

Allora cosa aspetti? Vuoi ancora privarti dei vantaggi di diventare un agricoltore 2.0? Vai alla Home e inizia l’avventura.