Che cosa s’intende per trasporto refrigerato? Quali sono i vantaggi per il destinatario finale? Con questo articolo cercheremo di darvi una panoramica sulla nuova modalità di trasporto che abbiamo scelto ed i motivi che ci hanno spinto a prendere questa decisione.

Per chi come noi di Biorfarm ha come obiettivo principale quello di portare sulle vostre tavole le migliori eccellenze culinarie del nostro paese, l’aspetto logistico assume enorme rilevanza in quanto unico ed ultimo anello di congiunzione tra chi produce e chi consuma.
Spesso infatti potrebbero non bastare gli enormi sacrifici dei piccoli produttori per far giungere a maturazione un prodotto qualitativamente unico e genuino; potrebbero non bastare studi ed analisi alla ricerca del packaging più sicuro e più “green”. L’esito di queste relazioni potrebbe dipendere dalla qualità del viaggio della nostra frutta dal piccolo produttore alle nostre case.
Ma proviamo ad entrare più in profondità nel tema e capirne un po’ di più.

 

Cosa s’intende per trasporto refrigerato?
Per trasporto refrigerato s’intende una particolare tipologia di distribuzione caratterizzata dall’utilizzo di appositi mezzi di trasporto in grado di mantenere stabile una certa temperatura, indipendentemente da quella esterna al fine di rispettare e conservare le qualità organolettiche e non delle merci e/o alimenti trasportate.
Considerata ovviamente una modalità di trasporto tipo “premium”, in quanto tipicamente utilizzata per prodotti caratterizzati da un alto valore qualitativo, il trasporto refrigerato sta gradualmente entrando nelle nostre case, a causa delle sempre più alte temperature che caratterizzano le nostre primavere e le nostre estati.
Ma cosa significa realmente? Quali sono le differenze tra una consegna Biorfarm con corriere espresso ed una annunciata con trasporto refrigerato.
Non ci sono particolari differenze rispetto a quanto già menzionato sopra, ma volendo provare a fare una sintesi, sono tre gli elementi più importanti da evidenziare:
1. Temperatura
Come già ripetuto, ogni qualvolta ti informeremo dell’utilizzo di questa particolare modalità puoi star tranquillo che la tua frutta dalla raccolta fino alla porta di casa tua, viaggerà alla giusta temperatura. Una volta raccolta la tua frutta e preparata la tua consegna nell’ambiente giusto, il tuo agricoltore provvederà a preservare la catena del freddo in attesa del corriere, evitando così shock termici che potrebbero alterare la qualità della tua frutta

2. Tempo di viaggio
Trattandosi di una modalità di trasporto particolare, più costosa e meno diffusa rispetto a quelle tradizionali, le consegne con trasporto refrigerato hanno dei tempi di consegna leggermente più lunghi, fino alle 96 ore. Tempo che ovviamente non ne pregiudica la qualità visto il mantenimento della catena del freddo

3. Cura nel prodotto
Si tratta di un trasporto considerato premium che tipicamente data la natura dei prodotti in oggetto è caratterizzato da minori livelli di automazione operativa. Un esempio? Non esistono nastri trasportatori e la movimentazione è gestita con maggiore manualità.

Quale è il principale vantaggio? E che costi aggiuntivi ci sono i membri della comunità Biorfarm?
Chiariamo subito l’aspetto legato ai costi. Non ci saranno costi aggiuntivi. Chi ci conosce sa bene che Biorfarm sin dal primo giorno di vita e dalla prima consegna della frutta bio del proprio campo, non ha mai chiesto ai propri utenti pagamenti addizionali legati alla consegna. MAI.

La consegna è stata, è e resterà gratuita, indipendentemente dalla tipologia di trasporto.
I vantaggi per la comunità girano tutti intorno alla qualità del prodotto. Albicocche, susine, pesche, non trattate con particolari agenti chimici, con una temperatura esterna superiore ai 30° marcirebbero in poche ore distruggendo velocemente mesi e mesi di sacrifici dei nostri piccoli produttori.
E noi lavoriamo proprio per questo!

Hai altre domande sul trasporto refrigerato? Scrivici a info@biorfarm.com, saremo contenti di darti tutte le informazioni che desideri.